...gli adulti

 

 

 

Un modo originale per presentare gli adulti che a vario titolo concorrono al funzionamento del nido d’infanzia di Martinengo,  un modo singolare per comunicare i diversi pensieri che quotidianamente si incontrano, confrontano e  ri-definiscono la realtà del nostro nido.

 L’attenzione è rivolta, al nido quale luogo di relazioni e nel contempo luogo di attenzioni personali, luogo discreto e nel contempo luogo di socialità… accompagnati dalla consapevolezza che l’incontro con le famiglie passa anche attraverso la conoscenza dei pensieri educativi che sottintendono le successive azioni educative.

 

 

Nome e cognome

Ruolo

Mi piace pensare il nido come …

 

Ilvano Fornesi

Responsabile

… luogo che condivide, con i bambini e i genitori,

curiosità mai esplorate,

pensieri da realizzare,

gesti di tenerezza,

azioni di senso,

competenze da apprezzare…

 

Roberta Forlani

Coordinatrice

… luogo che libera emozioni e che apre a nuove relazioni

…nel quale ogni bambino trova calore e dal quale prende il volo con le proprie ali…

 

Veronica Vescovi

Educatrice

un albero con radici profonde, un tronco ben saldo che si possa abbracciare e i cui  frutti nascono solo con paziente cura, e i diversi rami sono  protesi verso il cielo…

 

Laura Meda

Educatrice

… luogo di scoperta del mondo dell’altro e di iniziale scoperta di

 

Eloriana Monticelli

Educatrice

…luogo dove un granello di sabbia, uno sprazzo di luce e un pezzo di filo possono far nascere un mondo…

 

 

 

 

 

 

Tiziana Calzana

Educatrice

… luogo di interazione tra creatività spontanee…

 

Monia Fratus

Educatrice

…luogo di ascolto dei bisogni del bambino e luogo di cura della quotidianità…

 

Sara Lamera

Capo cuoca

…luogo che giorno dopo giorno facilita l’educazione alimentare…

 

Gabriella Vianelli

Collaboratrice e aiuto cuoca

…luogo di autonomia e creatività…

 

Fiorella Manenti

Collaboratrice

…luogo in cui i bambini crescono insieme attraverso il gioco

 

 Foto di gruppo del personale  

 

 

 

 

 

 

 

Ecco il gruppo di lavoro.